menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

72 anni dall'affondamento del piroscafo Giudecca: commemorazione a Pellestrina

Giovedì 13 ottobre la cerimonia per ricordare le vittime dell'incursione aerea che portò all'inabissamento dell'imbarcazione, nel corso della seconda guerra mondiale

Un appuntamento per ricordare le vittime dei bombardamenti e non dimenticare l'orrore della guerra: il consigliere delegato ai Rapporti con le isole, Alessandro Scarpa “Marta”, ha partecipato giovedì mattina a Pellestrina alla cerimonia di commemorazione per i caduti del piroscafo “Giudecca”, affondato il 13 ottobre 1944 durante un'incursione aerea. Presenti, tra gli altri, il presidente della Municipalità di Lido Pellestrina, Danny Carella, il vicepresidente del consiglio della Municipalità, Giacomo Baresi, il presidente del consiglio del Comune di Chioggia, Endri Bullo, e numerosi rappresentanti di associazioni d'arma e di varie sezioni dell'Avis.

Dopo la breve cerimonia religiosa sul sagrato della chiesa di Ognissanti, officiata dal parroco don Damiano Vianello, sono state deposte le corone d’alloro in ricordo delle vittime, una sull’opera in bronzo dello scultore Giuseppe Vio, in piazzale Ognissanti, e una sul cippo che ricorda i caduti posto nella laguna antistante il piazzale. Alla commemorazione hanno partecipato anche gli alunni delle scuole elementari e medie dell'isola.

“Ringrazio di cuore – ha esordito Scarpa “Marta” portando i saluti del sindaco Brugnaro - tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa cerimonia. Un'iniziativa fortemente voluta e sentita dalla comunità di Pellestrina, che testimonia lo spirito di partecipazione alla vita della città e l'attaccamento al proprio territorio”. “La commemorazione – ha aggiunto Carella – si svolge quest'anno in un giorno feriale, proprio per permettere ai giovani studenti di parteciparvi. A loro è rivolto l'invito a tramandare il ricordo di questi tragici avvenimenti, con l'augurio che non si debbano ripetere mai più”.

Il corteo si è poi spostato in piazzale Zendrini, dove è stata deposta una corona al monumento dell'associazione Avis. Ricordando che la comunità di Pellestrina è una delle più generose a livello nazionale in quanto a donazioni di sangue, il consigliere Scarpa “Marta” ha colto l'occasione per ringraziare i rappresentanti dell'associazione augurando che l'esempio dato da Pellestrina possa essere seguito da molti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento