"Il Comitatone? Speriamo in risorse sufficienti per avviare un serio progetto manutentivo"

La soprintendente ai Beni culturali, Emanuela Carpani: "Il patrimonio artistico soffre l'erosione e l'acqua alta. Speriamo nel Patto per Venezia e nei fondi della Legge speciale"

Soldi dovrebbero arrivarne, ma la domanda è quando e come. Martedì pomeriggio si è riunito a Roma il Comitatone, con all'ordine del giorno non solo l'itinerario alternativo che seguiranno le navi da crociera, ma anche la ripartizione dei fondi della Legge speciale stanziati nella Finanziaria 2016 e da allora mai distribuiti tra i Comuni della Gronda lagunare. Soldi (per Venezia si parlerebbe di 16 milioni di euro circa subito in cassa) che serviranno soprattutto per la manutenzione del centro storico e del suo inestimabile patrimonio culturale e artistico. Risorse in questo senso erano state inserite anche all'interno del Patto per Venezia, firmato tra il sindaco Luigi Brugnaro e l'ex presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

"Necessaria manutenzione per il nostro patrimonio"

"La mancanza di manutenzione è una delle cause principali dei problemi nella tutela del nostro patrimonio - ha dichiarato fiduciosa la Soprintentente ai Beni culturali della città, Emanuela Carpani - l'erosione e gli agenti atmosferici in una città del genere si fanno sentire". Le parole della Soprintendente arrivano dopo che per 48 ore la città è stata interessata da picchi elevati di acqua alta, oltre che da folate di vento impetuoso che hanno fatto volare calcinacci e detriti dai palazzi storici: "Speriamo che il Comitatone e il Patto per Venezia permettano di riavviare un serio progetto manutentivo - conclude la dottoressa Carpani - Per questo serve un finanziamento della Legge speciale. I danni da acqua alta prolungata si rivelano più preoccupanti quando maree di questo tipo giungono dopo un periodo di siccità. Perché cambia in maniera repentina lo scenario morfologico". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento