Commercianti dal cuore grande: donato macchinario alla pediatria

Il dono da parte dei negozianti di calle Ruga Giuffa a Venezia che hanno consegnato al Primario Maurizio Pitter, un “erogatore di ossigeno umidificato” utile per aiutare pazienti con difficoltà respiratorie

I commercianti di Ruga Giuffa a Venezia hanno donato alla Pediatria del Civile della città lagunare una nuova apparecchiatura, testimoniando la vicinanza all’ospedale e ai sui “ospiti” più giovani. Nel primo pomeriggio di martedì, con una semplice cerimonia, è stato consegnato al reparto, nelle mani del Primario Maurizio Pitter, un “erogatore di ossigeno umidificato”, che è in sostanza un innovativo ed esclusivo sistema per il trattamento dei pazienti, sia adulti che pediatrici, che respirano autonomamente ma che necessitano di ricevere gas respiratori a flussi elevati, caldi e umidificati, soprattutto ossigeno. L’apparecchiatura, particolarmente utile in pediatria, consente di gestire il bambino con patologie respiratorie impegnative, quali la bronchiolite, assistendolo in Reparto, e risparmiando molto spesso l’intubazione e la ventilazione artificiale.

I fondi per l’apparecchiatura, del valore di più di 3000 euro, sono stati messi insieme dai commercianti di Ruga Giuffa, la famosa calle veneziana che da Campo Santa Maria Formosa conduce in direzione San Zaccaria, ai quali si aggiunge il contributo di alcuni altri donatori. A concretizzare l’iniziativa è la Fondazione “Midget Pediatria Venezia Onlus” che, fondata sette anni fa dall’allora Primario di Pediatria, Lucio Santoro, si prodiga in modo continuativo a sostegno del Reparto.

Ha accolto la donazione, insieme al primario Maurizio Pitter, il direttore generale dell’Ulss 12, Giuseppe Dal Ben: “In questo reparto tutto nuovo, dentro il Padiglione Jona tutto nuovo – ha detto – ci troviamo ancora una volta ad accogliere una donazione. Siamo grati ai donatori per l’importante sforzo che ci permette di dotare il Reparto di una nuova utilissima strumentazione. Ma al di là del valore economico di questi gesti, conta l’attenzione della città verso l’ospedale, che si fa concreta in molti modi. Si realizza anche così l’idea di un ospedale non solo pienamente funzionale, ma anche pienamente inserito nel tessuto cittadino, in un scambio reso vivace dalle associazioni, oggi la Fondazione Midget, che operano con dedizione ed intelligenza dentro il nostro Ospedale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento