rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Numero chiuso, sicurezza e degrado: al via a Venezia un piano partecipato col Comune

Cittadini, associazioni e categorie potranno inviare a Ca' Farsetti le proprie proposte, che saranno valutate da una commissione di esperti. Primo incontro martedì 20 settembre

Due mesi di confronti e dibattiti, poi la scelta. Come riporta la Nuova, infatti, cittadini, associazioni e categorie potranno inviare a Ca' Farsetti le proprie proposte per cambiare e migliorare Venezia, rendendola più vivibile. Un nuovo modo di approcciare i problemi del Comune, quello voluto dal sindaco lagunare Luigi Brugnaro, per dare voce in capitolo a chi, Venezia, la vive ogni giorno, ed è in grado di coglierne le minime problematiche. Sarà naturalmente l'amministrazione a decidere quali progetti e proposte saranno perseguibili, ma già il fatto che si dia ascolto al "popolo" è una circostanza che assume dei contorni di novità positiva.

Tra attese e sorprese. I problemi di Venezia sono sotto gli occhi di tutti, ecco perché ci si aspetta che tra le proposte figurino la zona di San Marco a numero chiuso, le prenotazioni obbligatorie, così come il decentramento dei pontili per il Gran Turismo da San Marco. Ci sarà poi chi proporrà di limitare il transito di barconi e taxi in laguna. La prima riunione si terrà il prossimo martedì 20 settembre, coordinata dal presidente della commissione Cultura, Giorgia Pea, e da Paola Mar, assessore al Turismo. L'obiettivo, come recita lo slogan, è quello di creare qualcosa di concreto, che permetta di cambiare le sorti della città.

Tutte le proposte, provengano da cittadini, associazioni o categorie, dovranno essere firmate e protocollate dai richiedenti. Non solo: una commissione di esperti valuterà le richieste e fornirà delle osservazioni ai proponenti, che dovranno, di conseguenza, rispondere. Uno scambio che sia proficuo, e che permetta di scegliere dei progetti che possano essere fattibili e, soprattutto, condivisi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numero chiuso, sicurezza e degrado: al via a Venezia un piano partecipato col Comune

VeneziaToday è in caricamento