Tenta di acquistare un orologio con 130mila euro fotocopiati, arrestato

Un 23enne veneziano è finito nei guai per avere tentato di raggirare una signora di Schio. All'inizio nella busta c'erano soldi veri, poi lo scambio

Ha tentato di acquistare un orologio di valore facendo vedere soldi veri ma consegnando poi denaro falso, fotocopiato. E' finito così in manette un 23enne di Venezia: pochi giorni fa aveva infatti tentato di acquistare un orologio di valore rispondendo a un annuncio di una donna di Schio, nel Vicentino. Inizialmente il giovane aveva mostrato alla donna una busta contenente soldi veri ma, dopo aver distratto la venditrice, era riuscito a scambiare la busta con quella contenente banconote false.

In un cassetto del soggiorno custodiva altri 130mila euro falsi, alcuni fotocopiati, altri con la chiara scritta "fac-simile" impressa sopra. Ad arrestarlo con l'accusa di truffa i carabinieri di Abano Terme ai quali è bastata la descrizione fornita dalla donna per individuarlo. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento