Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Comunali, alla firma sui soldi del decentrato si presenta solo la Cisl: "Uno sgarbo"

L'appuntamento era per venerdì, ma le sigle (a parte Cisl e Cobas) non si fanno vedere. Romor: "Niente di male, c'è una firma. Si va avanti". Pesano le imminenti elezioni di rinnovo rsu

Dovevano presentarsi tutti, non si è presentato quasi nessuno. Gli altri hanno dato "buca" senza avvisare, almeno secondo la Cisl, che si è ritrovata da sola a firmare l'accordo sulla parte economica del contratto decentrato con i rappresentanti del Comune di Venezia. "Abbiamo chiesto una revisione del calendario degli incontri, ma ancora non abbiamo avuto risposta", spiega il segretario della Cgil Funzione Pubblica, Daniele Giordano, uno degli assenti. 

Firma solo la Cisl

Tant'è. Venerdì mattina era convocato alle 9 un incontro tra rappresentanti dei lavoratori di Ca' Farsetti e il Comune per continuare il percorso intrapreso con la pre-intesa firmata dopo ore estenuanti di trattative la mattina del 24 febbraio. Al faccia a faccia, però, si è presentata solo la Cisl, che, con il suo segretario, Carlo Alzetta, sottolinea di "trattare sempre e comunque", mentre Cgil, Cisl e le altre sigle (Cobas esclusi) non si sono fatte vive: "Noi abbiamo firmato e siamo andati avanti - continua Alzetta - altrimenti non sarebbe stato possibile distribuire i 1.300 euro a persona destinati alla premialità dei dipendenti ottenuti dopo mesi di incontri". Nessuna rottura, dunque, "ma un gesto di una gravità inaudita sotto l'aspetto dei rapporti sindacali - conclude il rappresentante Cisl - Questo atteggiamento vuole, di fatto, impedire di attivare i nuovi progetti, già finanziati, distribuire la produttività, così come di dare avvio ai tavoli sul welfare aziendale e su modalità innovative di erogazione della prestazione lavoro, previste dal contratto decentrato".

La Cgil: "Ci sono le elezioni di mezzo"

Da parte degli assenti, invece, si getta acqua sul fuoco: nessuno strappo ma la richiesta di tenere conto delle imminenti elezioni che rinnoveranno le rappresentanze sindacali in Comune: "Noi non ci rimangiamo le firme che mettiamo - dichiara il segretario della Fp Cgil, Daniele Giordano - Ci sono ancora delle tappe importanti per chiudere la partita, e in questo senso sono previsti incontri agli inizi di aprile su insegnanti e polizia locale. Però tra poche settimane ci sono le elezioni, quindi chiediamo al Comune di rimodulare il calendario degli incontri per fare presto. Altrimenti si pone un problema di rappresentatività della volontà dei lavoratori e allora - conclude - sarebbe meglio rinviare la partita a dopo le elezioni. Questo accordo serve alla città e dobbiamo lavorare spediti".

Romor: "Nulla di compromesso, tavolo aperto"

Da Ca' Farsetti si punta soprattutto ad andare avanti con il contratto: "Ciò che conta è che grazie alla firma della Cisl possiamo procedere a distribuire i 5,2 milioni di euro per la produttività 2018 individuati grazie all'efficientamento dell'Ente - dichiara l'assessore al Personale, Paolo Romor - Dopodiché il tavolo rimane aperto per la parte normativa e le sigle mancanti potranno firmare anche sulla materia economica durante i prossimi incontri". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, alla firma sui soldi del decentrato si presenta solo la Cisl: "Uno sgarbo"

VeneziaToday è in caricamento