menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune di Venezia lancia la campagna "Progetto occupabilità"

L'amministrazione comunale ha presentato il progetto per la raccolta fondi del 5x1000 dell'Irpef: con il contributo dei cittadini verranno sostenute famiglie in difficoltà e persone con disabilità

Anche nel 2015, come lo scorso anno, chi sceglierà di destinare il 5 x 1000 dell’Irpef al Comune di Venezia potrà contribuire a finanziare il “Progetto occupabilità, percorsi e opportunità per le persone con disabilità”: ad annunciarlo questa mattina a Mestre, nel corso di una conferenza stampa, il sub-commissario con delega alle Politiche sociali, Sergio Pomponio, e il direttore della Direzione comunale Politiche sociali, partecipative e dell’accoglienza, Luigi Gislon, insieme ai responsabili dei servizi comunali che hanno collaborato alla realizzazione della campagna, Massimo Corezzola, Michele Testolina e Alessandro Giordano.

IL PROGETTO. Dal 2009 al 2013 – ha spiegato Corezzola – i fondi ricavati dal 5x1000 sono stati destinati al fondo di sostegno all'affitto per le famiglie in situazione di difficoltà socio-economica, consentendo un aiuto concreto per circa 100 famiglie per ognuna delle annualità. Dallo scorso anno invece l'amministrazione ha scelto di finalizzare l'utilizzo di questi fondi, che saranno trasferiti al Comune di Venezia tra circa un paio d'anni – a percorsi di occupabilità di persone con disabilità psichica, che dopo la scuola o dopo esperienze in centri diurni non hanno a disposizione altre soluzioni strutturate, perché dichiarati inoccupabili dalla commissione per l'accertamento dell'invalidità. Si tratta di percorsi in cooperative sociali o piccole aziende del territorio dove le persone svolgono attività semplici ma adeguate alle loro capacità, consentendo loro inoltre di acquisire maggiore autonomia negli spostamenti individuali, contribuendo a recuperare, sviluppare e mantenere le competenze acquisite e a vivere una vita di relazione più soddisfacente.

FONDI. Nel bilancio 2014 il Comune di Venezia ha già stanziato cifre significative per le politiche sociali, che hanno garantito servizi ed interventi essenziali a molti cittadini e molte famiglie in situazione di difficoltà. In particolare, per l'area disabilità e salute mentale, il totale di spesa è stato di oltre 16 milioni euro; di questi, 230mila euro circa sono stati impiegati per i percorsi di occupabilità, di cui hanno usufruito oltre 48 persone. I fondi hanno finanziato interventi per sostenere percorsi di autonomia garantendo il diritto allo studio e attività educative estive a quasi 300 ragazzi, la permanenza a casa propria per circa 340 persone, la mobilità a 332 persone tra terraferma, centro storico e isole, le esperienze educativo-occupazionali, con la frequenza ai centri diurni e ai percorsi di occupabilità a 170 persone giovani e adulti. È inoltre stata offerta ospitalità in luoghi protetti garantendo a 396 persone l’accoglienza in strutture abitative residenziali, con diverse forme e intensità di assistenza. Se i contribuenti veneziani che aderiranno alla campagna 2015 arriveranno a 10mila (numero stimato su un 5x1000 del valore medio di 25 euro), il Comune avrà a disposizione circa 250mila euro e potrà non solo coprire il costo per i percorsi di 60 persone ma anche incrementare il numero di persone che potranno beneficiare di questa importante opportunità.


5X1000. La scelta di destinare il 5 per mille non comporta maggiore spesa a carico del contribuente. Si può scegliere di destinarlo anche ad altri soggetti riconosciuti dal Ministero delle Finanze e dall'Agenzia delle entrate, come enti del volontariato, di ricerca scientifica o sanitaria, associazioni sportive dilettantistiche o di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. Se invece non si esprime alcuna preferenza, il 5 per mille resterà al bilancio dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento