rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Venezia, chiesto il riconoscimento di area complessa: "Interventi per la riqualificazione"

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha inviato la richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico, allegando un dossier che mette in evidenza le criticità di tutto il Comune

La Regione ha trasmesso al Ministero dello Sviluppo Economico la proposta di riconoscimento come area di crisi complessa per l’intero territorio del comune di Venezia. A darne comunicazione è stato il presidente del Veneto Luca Zaia martedì mattina, nel corso del consueto punto stampa a Palazzo Balbi.

"Al provvedimento - ha fatto presente Zaia - è allegato un dossier che evidenzia come nel territorio del comune di Venezia siano presenti settori produttivi che presentano fattori di complessità della crisi in termini di significatività sulla politica industriale nazionale, in particolare il comparto della chimica e del metalmeccanico. Inoltre è rilevabile la condizione di difficoltà anche del settore vetrario, che contribuisce ad acuire lo stato di sofferenza del tessuto economico e sociale del territorio nel suo complesso".

Zaia ha sottolineato la necessità di pianificare un intervento sistemico, che sia in grado di favorire i processi di riqualificazione e riconversione produttiva che consenta il perseguimento di un nuovo equilibrio tra le attibità industriali e la tutela della salute e dell'ambiente. "Per questo - ha continuato - abbiamo chiesto al MISE che il comune di Venezia sia inserito tra le 'aree di crisi industriale complessa', in modo che con questo riconoscimento siano attivabili risorse e investimenti per un rilancio non solo di Porto Marghera ma dei diversi settori produttivi, tra cui anche quello del vetro di Murano".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, chiesto il riconoscimento di area complessa: "Interventi per la riqualificazione"

VeneziaToday è in caricamento