Venezia in vendita, 141 lotti vanno all'asta per 31 milioni di euro

Vengono dati via ex complessi scolastici, ex conventi, fabbriche dismesse, terreni e magazzini. I soldi serviranno per aumentare i servizi ai cittadini

Il Comune di Venezia ha presentato un piano delle alienazioni di propri immobili, in tutto 14 lotti, per un valore totale delle varie basi d'asta di 31 milioni di euro. Si tratta, per l'assessore comunale al Patrimonio, Alessandro Maggioni, di un piano di alienazioni patrimoniali ''come strumento voluto, e non certamente subito''.

I COMMENTI - ''Con questo piano di alienazioni - ha sottolineato Maggioni - non stiamo svendendo né la città né i tesori di famiglia, ma mettiamo in vendita quelle realtà patrimoniali che non riteniamo essere utili e in sintonia con l'attività dell'amministrazione''. All'asta vanno ex complessi scolastici, ex conventi, fabbriche dismesse, terreni, magazzini che non godono di un interesse specifico per il Comune e che quindi, con la loro vendita, contribuiranno all'ottimizzazione del patrimonio stesso dell'ente e all'equilibrio di bilancio. ''Le entrate di queste vendite - ha ribadito l'assessore - non ci servono per coprire buchi di bilancio o per sanare bilanci in perdita, quanto piuttosto per riuscire ad aumentare la qualità della nostra offerta ai cittadini, in considerazione del fatto che gli storici canali di entrata del bilancio comunale sono drasticamente diminuiti se non scomparsi''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento