menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palais Lumier, l'ok del Comune, Orsoni: "Una sfida importante"

La Giunta ha espresso l'assenso alla costituzione di un Accordo di programma tra amministrazione e investitori, per realizzare l'opera voluta da Pierre Cardin a Marghera

In seguito alla presentazione, agli uffici comunali, una quindicina di giorni fa, del progetto di massima del “Palais Lumier”, la Giunta di Venezia ha espresso oggi il suo assenso all'avvio della procedura, attraverso un Accordo di programma tra il Comune e gli investitori, per la realizzazione dell’opera a Porto Marghera. Si tratta, lo ricordiamo, della torre ultratecnologica ed avveniristica che lo stilista Pierre Cardin, trevigiano d'origine ma parigino d'adozione, intende costruire alle porte della laguna. Il progetto passerà ora al Consiglio comunale, il quale dovrà decidere se dare mandato al sindaco di sottoscrivere l'accordo.

Si tratta di "una sfida importante", ha sottolineato il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni. Questo "non solo per il consistente investimento economico da parte dei privati. È una sfida per le diverse attività che potrebbero insediarsi, per l’enorme valorizzazione urbanistica dell’area che ne seguirebbe"

Con quest’opera si dà, inoltre, ha proseguito il primo cittadino, "concretezza all’idea di risparmio di suolo adottando il modello di verticalità del costruito. Il progetto insiste su un’area già destinata da anni a questa funzione e sulla quale era già previsto un piano di recupero mai decollato, ed è in piena sintonia con il Pat".

Prima della firma dell’Accordo, ha preannunciato infine Orsoni, "verificheremo la consistenza economica e le garanzie sia per la realizzazione di tutta l’opera, sia riguardo alle opere complementari. Oggi la Giunta ha dato l’avvio all’iter amministrativo con l’obiettivo di concludere questo percorso entro l’estate”.


L’Accordo di programma fra le parti dovrà essere successivamente ratificato con una delibera di Consiglio Comunale. I tempi stringono, dato che Cardin auspica una decisione immediata, pena l'abbandono del progetto e lo spostamento in altri paesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento