rotate-mobile
Cronaca San Marco

Lotta all'evasione, da Ca' Farsetti una decina di segnalazioni al Fisco

In base a un accordo stipulato con l'Agenzia delle Entrate nel maggio scorso il Comune si è impegnato a indicare i casi sospetti. In cambio nelle sue casse finiranno parte dei proventi

Una decina di segnalazioni su presunti casi di evasione fiscale: a inoltrarle all'Agenzia delle Entrate è il Comune di Venezia, alla luce dell'accordo siglato nel maggio dello scorso anno per potenziare l'azione di contrasto contro i "furbetti" del fisco. Alla segnalazione farà seguito una richiesta di giustificazione al contribuente da parte delle Entrate e poi, se necessario, l'accertamento da parte del Fisco.

Un sistema "tecnico" di collaborazione che viaggia a livello telematico, molto diverso quindi dalle azioni eclatanti stile Cortina, ma che si base – come ha ricordato l'assessore comunale al Bilancio Sandro Simionato a La Nuova Venezia – su un "accordo fondamentale per condividere e incrociare i nostri dati con quelli dell'Agenzia delle Entrate. Venezia ha rotto la timidezza, ora si attendono le segnalazioni degli altri Comuni che hanno siglato l'accordo tra ottobre e novembre".

Nel veneziano, sono altre quattro le amministrazioni locali che hanno deciso di stipulare questa intesa con gli 007 del Fisco: Spinea, Mira, Portogruaro e Cavallino. Se i controlli scattati sulla base delle segnalazioni dovessero avere esito positivo, i Comuni ne trarrebbero beneficio in quanto incasserebbero parte delle sanzioni o delle imposte recuperate.


Cinque gli ambiti previsti dal "protocollo" firmato a maggio: commercio e professioni, urbanistica e territorio, proprietà edilizia e patrimonio immobiliare, residenze fittizie all'estero, disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all'evasione, da Ca' Farsetti una decina di segnalazioni al Fisco

VeneziaToday è in caricamento