Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Con un arsenale di armi in auto, in manette finisce anche il fornitore

I militari mercoledì hanno fermato per un controllo M.C, 32enne di Piove di Sacco. A bordo quattro pistole. Le indagini hanno portato alle manette anche per un 67enne veneziano

Il nucleo investigativo di Venezia e della compagnia di Mestre hanno arrestato due persone per ricettazione e per detenzione illegale di 5 pistole, una carabina e munizioni. Si tratta di C.M., 67 anni, di Venezia, e M.C. (32), di Piove di Sacco. Quest'ultimo è stato fermato mercoledì per un controllo, durante un servizio di prevenzione contro furti e rapine.

Nella vettura che l'uomo stava guidando i carabinieri hanno trovato una carabina 'Mauser', un revolver 'Smith&Wenson' calibro 357 magnum rubato l'1 dicembre 2004 nella questura di Siracusa; una pistola 'S&W' calibro 40; un'altra pistola 'S&W' calibro 9x21 e 262 cartucce di vario calibro.

Le indagini hanno portato i militari a individuare il fornitore delle armi, il 67enne veneziano. Pregiudicato e intestatario di porto d'armi scaduto. Nella perquisizione domiciliare sono state trovate una pistola 'Beretta' calibro 7,65 con matricola abrasa carica con 2 cartucce nel caricatore; un'altra pistola marca 'Beretta' calibro 34 e alcune decine di cartucce di vario calibro. Inevitabile l'arresto. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con un arsenale di armi in auto, in manette finisce anche il fornitore

VeneziaToday è in caricamento