Cronaca Mirano

Il concertone pro-Riviera è un successo, raccolti 15mila euro

Lunedì sei ore di musica non stop a Mirano, oltre 15 mila presenze registrate. Manifestazione di solidarietà con offerte, lotteria e acquisto di gadget

Il concertone di Mirano è stato un successo: oltre 15 mila presenze nell’arco di tutta la serata di lunedì e un grande slancio di solidarietà, che ha portato a raccogliere, tra organizzazione e singole associazioni presenti, quasi 15 mila euro in beneficenza. In particolare sono stati 10.956,70 gli euro lasciati dal pubblico nelle cassette delle offerte libere, altri 525 euro sono stati incassati dalla vendita dei biglietti della lotteria, 2.600 con la vendita di gadget (“Tornado-shirt” e braccialetti), 500 euro sono donati dalla federazione internazionale pasticceria gelateria cioccolateria. Sul palco anche i ragazzi del Grest di Scaltenigo, che hanno donato alla causa i loro 97 euro raccolti durante le attività estive. Fuori dal computo finale, perché già versati, anche i 1.020 euro raccolti dall’associazione Albedeamente.

Questi i numeri di “TorniAMO in Riviera”, concertone con 30 artisti organizzato dall'associazione Volare in collaborazione con il Comune di Mirano, la direzione artistica di Fabio Simionato, la produzione di Mind The Music e Coorsal Group alla parte tecnica, proprio per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal tornado l’8 luglio scorso. Il denaro sarà versato nei tre conti corrente aperti dai comuni di Dolo, Pianiga e Mira. La maratona di musica e spettacolo di oltre sei ore è iniziata puntuale alle 17.28 (l’ora in cui 20 giorni fa il tornado iniziava a percorrere la sua scia di devastazione) con un minuto di silenzio in memoria di chi, in quei minuti, ha perso tutto.

La maratona solidale è entrata nel vivo all’ora di cena, quando l’area stand che fino a domenica ha ospitato il Mirano Summer Festival è andata riempiendosi fino a far registrare il tutto esaurito di tavoli e sedie. Mentre in un maxischermo allestito appositamente per la serata scorrevano le immagini del disastro riprese dall’elicottero dei vigili del fuoco di Venezia, sul palco si sono alternati artisti di ieri e di oggi, soprattutto veneti, ma anche ospiti internazionali. Applausi quando sono saliti sul palco sindaci e assessori dei comuni della Riviera, oltre alla prima cittadina di Mirano, Maria Rosa Pavanello, che ha fatto gli onori di casa. Con loro, applauditissimo, anche il comandante dei vigili del fuoco di Venezia, Loris Munaro.

Iniziato con le band locali emergenti, il “concertone” ha poi offerto il palco alle star della tv e della musica già affermate: prima con le voci e i ballerini dei talent show, da Amici a X-Factor, poi con il ritorno dei Jalisse e Alessandro Canino, infine con una parentesi dedicata agli Ottanta, con gli indimenticabili tormentoni di Martinelli, Scotch, George Aron, P.Lion e Johnson Righeira. A chiudere è stato Sir Oliver Skardy, che ha cantato insieme al pubblico brani suoi e dei Pitura Freska. Chiusura con Durga McBroom, corista dei Pink Floyd, accompagnata dalla sua band. Non poteva infine mancare DOLiWOOD, con i suoi esilaranti video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il concertone pro-Riviera è un successo, raccolti 15mila euro
VeneziaToday è in caricamento