menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circa 1200 anziani vaccinati in due giorni al Lido di Venezia

Operazioni concentrate tra giovedì e venerdì. Contato (Ulss 3): «Grazie alle autorità locali e alla protezione civile. Cercheremo di organizzare altre giornate per chi è rimasto fuori»

La campagna vaccinale contro il Covid fa tappa al Lido di Venezia, dove gli anziani residenti sono stati chiamati a raccolta nelle giornate di giovedì e venerdì: poco meno di 1200 persone ultraottantenni in queste ore stanno ricevendo la propria dose nel punto vaccinale allestito dall'Ulss 3 presso la palestra dell'ex Liceo Severi. Come a Burano e Pellestrina, anche in questo caso l'azienda sanitaria ha deciso di rendere le cose più semplici agli abitanti andando direttamente sul posto. «Con l'aiuto delle autorità locali e della protezione civile tutto ha funzionato al meglio», ha spiegato il dg Edgardo Contato, in visita venerdì assieme al presidente di Municipalità Emilio Guberti. Ieri sono state effettuate 576 somministrazioni, altrettante sono programmate oggi.

Gli anziani convocati in questo punto hanno prenotato utilizzando le modalità presenti sul sito dell'azienda sanitaria, che aveva messo a disposizione specifici slot dedicati. Una parte degli aventi diritto, però, è rimasta fuori: «La popolazione dell'isola è numerosa - ha spiegato Contato - e non è stato possibile vaccinare tutti gli over 80, come invece abbiamo fatto a Pellestrina e a Burano. Ci ripromettiamo però di ripetere queste giornate di disponibilità straordinaria anche nelle prossime settimane».

A Portogruaro martedì i medici di base iniziano a vaccinare

Intanto proseguono le vaccinazioni in tutti i punti allestiti in provincia, sia dall'Ulss 3 che dall'Ulss 4 del Veneto orientale. Nei prossimi giorni si dovrebbe arrivare alla copertura di circa l'80% degli over 80 e dei soggetti fragili. Oggi la Fimmg, federazione dei medici di medicina generale, ha confermato che martedì 6 aprile i medici di base del Veneto orientale inizieranno a praticare i vaccini. I primi appuntamenti sono al Centro anziani di Portogruaro. «Scorte permettendo - spiega Luigi Xausa, fiduciario Fimmg per l’Ulss 4 - l'obiettivo è di realizzare 600 vaccinazioni a seduta. Tenendo conto delle tre sedi attive, si potrebbe arrivare a quasi 2 mila vaccini al giorno». Saranno i medici a contattare i loro pazienti. Scorte permettendo, appunto: per ora sono confermati gli appuntamenti già fissati, mentre le nuove prenotazioni sono praticamente ferme in attesa di nuovi rifornimenti.

Ulss 4: appuntamenti di sabato rinviati

L'Ulss 4 ha comunicato che «a causa del ritardo nella fornitura dei vaccini AstraZeneca, le sedute previste domani (sabato 3 aprile) nei cvp di San Donà di Piave e Portogruaro, dedicate ai nati nel 1944 e nel 1945, non verranno effettuate. L’attività che doveva svolgersi nel centro vaccinale di Portogruaro è stata spostata a domenica 4 aprile; l'attività prevista al centro vaccinale di San Donà di Piave è stata invece spostata a lunedì 5 aprile». L’utenza interessata è stata avvisata via sms: dovrà presentarsi nelle nuove date mentre l’orario dell’appuntamento resta invariato per tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento