rotate-mobile
Cronaca Mirano

Concorsone scuola: a Venezia 3.189 candidati, tra ritardi e inconvenienti

Il caso più curioso al liceo Majorana di Mirano, dove una donna si è vista "scomparire" la videata del computer. Chi non si è presentato alle 9 di mattina ammesso al turno successivo

Gli esami non finiscono mai. Almeno per i 3.189 candidati veneziani che da stamattina sono impegnati nelle prove di preselezione del "concorsone" della scuola istituito dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo. Una prova del genere non veniva inserita dal 1999. I candidati tra lunedì e martedì, divisi in quattro turni giornalieri, dovranno rispondere a 50 domande a risposta multipla tra quattro alternative. Requisito minimo per superare la selezione rispondere esattamente in almeno 35 casi.

I candidati, che verranno ospitati nelle aule informatiche degli istituti di Mestre, di Dolo e di Mirano, useranno il computer. In mattinata problemi solo per chi non si è presentato puntuale alle 9 di mattina all'inizio del test. E' stato ammesso al turno successivo delle 11.30. Per questo tipo di inconvenienti infatti il 10% circa dei computer viene lasciato libero a ogni turno.

L'INCONVENIENTE - Caso curioso al liceo Ettore Majorana di Mirano: a una candidata è "sparita la schermata" proprio nel momento in cui voleva ricontrollare le risposte. Con ogni probabilità verrà ammessa al turno successivo, nonostante a quanto pare avesse già inviato i risultati "al buio".

LE DOMANDE - Naturalmente le 50 domande cui bisogna sottoporsi a ogni scaglione saranno diverse e divise per i gradi della scuola (infanzia, elementare, media e superiore) e per le materie: 18 domande di capacità logiche, 18 di comprensione del testo, 7 su competenze digitali, 7 sulla lingua straniera. Tempo per la consegna 50 minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsone scuola: a Venezia 3.189 candidati, tra ritardi e inconvenienti

VeneziaToday è in caricamento