menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evase, sequestrò e violentò una donna: condannato a 10 anni

Il 28enne tunisino era riuscito a fuggire dalla prigione di Pordenone in ottobre. Vittima della violenza una giovane commessa, rilasciata nel Veneziano

Dieci anni e nove mesi di reclusione: è la condanna inflitta martedì mattina con rito abbreviato, a S.T., tunisino di 28 anni evaso dal carcere di Pordenone il 15 ottobre scorso e resosi responsabile di una serie di reati.

L'uomo, dopo essere rimasto nascosto per l'intera giornata nei pressi del fiume Noncello, non lontano dalla casa circondariale, aveva sequestrato una commessa del luogo che stava tornando a casa e si accingeva a riprendere la propria auto in un parcheggio. Dopodiché era fuggito con lei a bordo del veicolo. Nel corso della notte l'extracomunitario aveva anche violentato la giovane, liberandola in provincia di Venezia e proseguendo poi la fuga.

Era stato infine individuato e arrestato dalla Polstrada di Padove poche ore dopo, mentre era ancora nell'abitacolo della vettura, in un'area di sosta. Alla vittima della violenza sessuale, che si è costituita parte civile, è stata invece riconosciuta una provvisionale di diecimila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento