rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024

Condanna ai fatti violenti di Jesolo, il sindaco De Zotti: «Devo tutelare l'immagine della città»

La sparatoria del 26 luglio scorso in via Verdi: venerdì conferito l'incarico a un legale di avviare l’iter di costituzione del Comune come parte civile nel processo per accertare le responsabilità

Il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti, ha conferito venerdì l'incarico a un legale di avviare l’iter di costituzione del Comune come parte civile nel processo che sarà istruito per accertare eventuali responsabilità per i fatti di violenza accaduti lo scorso 26 luglio in via Verdi.

«Abbiamo seguito da vicino e con attenzione l'evoluzione delle indagini, condotte in maniera egregia dalle forze dell'ordine che voglio, ancora una volta, ringraziare per il loro lavoro - commenta De Zotti -. Ora, come sindaco, ho il dovere anche morale di tutelare l'immagine della mia città perché quello accaduto lo scorso luglio è un episodio grave che ha toccato residenti e turisti. Da qui la decisione di chiedere la costituzione come parte civile. È però un atto che ha come obiettivo anche quello di ribadire un concetto: a Jesolo non siamo più disposti a tollerare la presenza di criminali e delinquenti».

Video popolari

Condanna ai fatti violenti di Jesolo, il sindaco De Zotti: «Devo tutelare l'immagine della città»

VeneziaToday è in caricamento