menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investì due giovani sei anni fa, condannato a 2 anni e 8 mesi

I fatti risalgono all'agosto del 2009. L'automobolista si rese responsabile di un sorpasso in coindizioni di visibilità precaria, che costò la vita ai giovani

Condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione per l'incidente che sei anni fa costò la vita a Alessandro Ceccotto, di 17 anni, e al 20enne Tommaso Domenichini in località Tezzon di Caorle.

IL FATTO - La tragedia si verificò la sera del 4 agosto 2009, quando E.D., 29enne albanse, tentò un soprasso nelle vicinanze di una semicurva, andando ad impattare con i due ragazzi, che sopraggiugevano in scooter dalla direzione opposta. Per il violento scontro, il motorino finì in mille pezzi, mentri i giovani furono sbalzati per diversi metri, morendo sul colpo. La vettura, invece, si cappottò alcune volte, andando a finire nel fossato che costeggia la strada provinciale 54.

Domenichini, alla guida dello scooter, viaggiava con le luci spente, ma tuttavia il giudice ha ritenuto il ragazzo albanese autore di una manovra azzardata e molto imprudente, ovvero il sorpasso a due automobili in condizioni di visibilità precaria. Il ragazzo fu inoltre trovato positivo all'ecstasy: tale aggravante, però, è stata esclusa, in quanto non è stato possibile verificare che fosse sotto l'effetto della droga prima di mettersi al volante. Oltre alla condanna, gli è stata ritirata la patente per tre anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento