Conduceva un b&b abusivo a Marghera, nei guai un veneziano di 53 anni

Due le stanze affittate, per un totale di 8 posti letto, ricavate all'interno di una palazzina di via Trieste

La sua struttura ricettiva, su un noto portale online, era valutata con un ottimo 8.4, riportato orgogliosamente anche sull'insegna apposta esternamente sul portone d'ingresso. Ma quel bed and breakfast altro non era che un'attività abusiva, condotta da un veneziano di 53 anni, scovato e sanzionato dalla polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciato

A seguito delle opportune indagini, monitorando le piattaforme virtuali per la ricerca di alloggi turistici e incrociandole con le licenze rilasciate ad affittacamere e albergatori, i poliziotti hanno incastrato il furbetto, che conduceva la sua attività in via Trieste a Marghera. Il b&b era stato ricavato all'interno del proprio appartamento, due stanze per complessivi 8 posti letto. A disposizione dei clienti anche la rete Wifi. Dopo aver accertato che il 53enne fosse effettivamente sprovvisto di licenza, gli agenti hanno sanzionato il veneziano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

Torna su
VeneziaToday è in caricamento