Cona, proseguono i trasferimenti. Mercoledì terminano le visite psicofisiche ai profughi

Martedì sono continuati gli accertamenti degli psicologi dell'Ulss 3. Cinque i migranti trasferiti, dopo i 12 di lunedì: tre a Jesolo, uno a Portogruaro e uno a Mira

Tre a Jesolo, uno a Portogruaro e uno a Mira: sono 5 in tutto i migranti ospitati fino a ieri nell'ex compendio militare di Conetta ad essere stati trasferiti martedì in altre strutture. Alle 12 il pallottoliere delle presenze segnava 809. Erano stati invece dodici quelli dislocati lunedì: dieci sono finiti ad Adria, 5 rimasti in città e altri 5 smistati nella provincia di Rovigo, mentre in due sono finiti a Malcontenta di Mira.

Ultimo giorno di accertamenti

Intanto, nella giornata di mercoledì saranno terminati gli accertamenti di controllo degli psicologi dell'Ulss 3 sui richiedenti asilo, per un totale di 66 visite in tre giorni. Ad essere presi in considerazione i migranti segnalati con possibili problemi psichici e fisici, e più in generale quelli che presentano delle criticità. Su questa base si procederà poi con la ridistribuzione nel territorio, nell'ottica di svuotamento progressiva dell'ex base militare. Fermo restando che si tratta di un criterio parallelo a quello dell'anzianità di permanenza dei profughi nel campo. Anche alcuni dei marcianti rientrati venerdì a Cona sono stati, o saranno, sottoposti ad accertamenti, per capire le loro reali condizioni psicofisiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il piano dei trasferimenti

Come promesso dal prefetto Carlo Boffi, saranno cento i richiedenti asilo redistribuiti nei prossimi giorni. E' stato messo a punto un piano con il ministero dell'Interno che interesserà tutte le province del Veneto meno Treviso. L'ex caserma Serena, infatti, è stata segnalata da chi è rientrato a Conetta come una situazione se possibile ancora peggiore, specie per il fatto che a una certa ora tutti sono tenuti a rientrare nella struttura. Per evitare nuove frizioni, dunque, i richiedenti asilo saranno alloggiati in altre strutture in territorio veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

Torna su
VeneziaToday è in caricamento