menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confermato l'ergastolo per Cesare Battisti

Pena ribadita dalla Corte d'Assise d'Appello di Milano. L’ex terrorista, che ha ammesso quattro omicidi, aveva partecipato all'uccisione di Lino Sabbadin

La Corte d'Assise d'Appello di Milano ha confermato la pena definitiva dell'ergastolo per Cesare Battisti, l'ex terrorista dei Pac, condannato per quattro omicidi commessi alla fine degli anni '70 e arrestato dopo 37 anni di latitanza lo scorso gennaio in Bolivia. I giudici hanno respinto la richiesta della difesa di Battisti di commutare la pena del carcere a vita in 30 anni, che, al netto del periodo già scontato, ammonterebbe a poco più di 20. La Corte ha anche stabilito che la pena non è ostativa alla richiesta di benefici: questo significa che, avendo già scontato 6 anni e mezzo di carcere, l'ex terrorista potrà richiedere benefici (ad esempio i permessi premio) già fra 3 anni e mezzo circa.

Omicidi

Una delle vittime degli omicidi ammessi da Battisti era Lino Sabbadin, ucciso a Santa Maria di Sala il 16 febbraio 1979: in quell'episodio Battisti fece da copertura armata al killer Diego Giacomini. Dopo la sentenza d'appello, la difesa di Battisti avrebbe annunciato l'intenzione di ricorrere in Cassazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Furgone e cabina dell'Enel in fiamme a Marcon

  • Cronaca

    Addio arancione? Il Veneto vede la zona gialla dal 31 gennaio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento