menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indennità decurtate ai dipendenti del Comune: tre casi finiscono davanti al giudice

È la vicenda riportata dal sindacato Diccap e che vede coinvolti due vigili e un addetto dell'ufficio anagrafe. Chiedono il pagamento di una parte del salario accessiorio del 2014

Una "battaglia" che dura dal 2014 e che potrebbe protrarsi ancora a lungo. Tre lavoratori del Comune di Venezia, due in servizio alla polizia municipale e uno all'anagrafe, hanno deciso di andare fino in fondo e cercare di far valere i propri diritti: assistiti dall’avvocato Marco Rech, hanno intentato causa, con ricorso iscritto a ruolo in data 7 maggio 2015, all’amministrazione di appartenenza "per il riconoscimento di quanto loro spettante in relazione alle corresponsioni economiche accessorie previste dalla contrattazione collettiva decentrata relativamente al periodo agosto - ottobre 2014 e mai loro riconosciute".

È quanto riportato dal sindacato Diccap, cui i tre lavoratori sono iscritti. "All’udienza di mercoledì - spiega Diccap - la causa è stata rinviata dal giudice al 29 gennaio 2016 per la lettura del dispositivo". "Se la causa dovesse avere esito favorevole per i ricorrenti - ammonisce il sindacato - si ritiene che si potranno aprire possibilità favorevoli anche per tutti gli altri lavoratori di vedersi riconoscere quanto loro spettante in forza del contratto collettivo decentrato integrativo 2013 ?20015".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento