Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Da lunedì sarà possibile visitare i congiunti residenti nelle zone di confine del Friuli Venezia Giulia

Lo hanno annunciato i governatori Massimiliano Fedriga e Luca Zaia con una lettera inviata ai prefetti per organizzare gli opportuni controlli

Controlli su strada (archivio)

Da lunedì 18 maggio Veneto e Friuli Venezia Giulia intendono prevedere la possibilità di fare visita ai congiunti per chi vive nelle zone di confine tra le due regioni: è il contenuto di una lettera inviata stamattina dai due governatori, Luca Zaia e Massimiliano Fedriga, ai prefetti competenti (Belluno, Treviso, Venezia, Udine e Pordenone). L'intento è facilitare gli spostamenti a coloro che abitano nelle aree di confine (ad esempio il Portogruarese), che in molti casi hanno familiari e congiunti a poche centinaia di metri di distanza ma finora "irraggiungibili" a causa delle attuali restrizioni.

Controlli

Nella lettera si legge che «in considerazione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico delle rispettive regioni, e vista l'esigenza manifestata da numerosi cittadini dei rispettivi territori residenti nelle zone di confine fra Friuli Venezia Giulia e Veneto, si comunica che le rispettive Regioni intendono introdurre la possibilità di visitare i congiunti per i residenti nelle province di confine del Veneto e per i residenti nei territori appartenenti alle ex province di confine del Friuli Venezia Giulia». «Stiamo procedendo con gli accordi per gli spostamenti tra regioni - ha detto Zaia - Abbiamo chiuso con il Friuli Venezia Giulia, lo abbiamo fatto con il Trentino, stiamo procedendo con le altre».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da lunedì sarà possibile visitare i congiunti residenti nelle zone di confine del Friuli Venezia Giulia

VeneziaToday è in caricamento