Treno al varo come una nave, il prosecco bagna il nuovo Vivalto

Il convoglio è stato consegnato ai pendolari veneti martedì, alla presenza del governatore Zaia: "Presto accordo con Trenitalia su puntualità, pulizia, comfort"

Foto twitter

Da martedì i pendolari veneti hanno una marcia in più: all'impianto di manutenzione treni di Marghera è stato presentato e consegnato un convoglio del tipo "Vivalto" di nuova generazione, da 600 posti su due piani, il primo di nove totali in arrivo entro l'anno. È stato innaffiato con il prosecco, proprio come al varo di una nave: un appuntamento importante per i viaggiatori, perché da qui in avanti saranno messi in funzione mezzi che dovrebbero garantire maggior sicurezza e affidabilità.

Il treno, che si aggiunge ai 12 già in dotazione alla flotta veneta, è stato inaugurato alla presenza del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dell’assessore regionale ai Trasporti, Elena Donazzan, dell’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, e del direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono. Con l'occasione è stato illustrato il piano di consegna di altri convogli.

"Siamo il più importante cliente italiano di Trenitalia e punto di riferimento nazionale per la gestione del trasporto - ha spiegato Zaia - e faccio appello perché le consegne già previste siano anticipate più possibile. Abbiamo ottenuto che l'impianto manutenzione funzioni 24 ore in modo tale da limitare al massimo i disagi che nascono quando una macchina si guasta. Entro un mese, inoltre, chiuderemo un accordo che riguarda puntualità, pulizia e comfort". "Il Veneto è un eccellente cliente - ha osservato invece Soprano - perché paga regolarmente: la puntualità garantisce la nostra efficienza".


La carrozza semipilota, posta all’estremità del treno opposta alla locomotiva, ospita la cabina di guida, un ampio spazio multifunzionale per il trasporto di biciclette, sci e bagagli ingombranti ed è dotata di un ambiente per passeggeri disabili con toilette dedicata. La tecnologia di bordo permette un’attenta integrazione di tutti i sistemi di informazione (annunci sonori, monitor e segnaletica), mappe tattili nelle toilette e pulsantiere in “Braille” per i passeggeri non vedenti, 8 monitor a cristalli liquidi per ogni vettura (5 nella semipilota), un sistema di videosorveglianza e un pulsante di allarme dotato di citofono per comunicare con il personale di bordo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La consegna di martedì rientra in un’operazione di rinnovo e potenziamento della flotta regionale veneta che ha comportato un investimento complessivo di 339 milioni di euro, suddivisi tra Regione Veneto e Trenitalia, definito nel Contratto di Servizio stipulato nel 2010. Il solo capitolo riguardante i Vivalto, carrozze e locomotive, ha richiesto una spesa di 90 milioni di euro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento