menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conta-persone a Venezia: "Ben venga, ma serve governance per gestire i flussi in centro"

L'appello è di Cristina Giussani, presidente Confesercenti Città Metropolitana di Venezia, che chiede un incontro col sindaco lagunare per discutere della gestione dei turisti in città

Un sistema per contare gli accessi non è sufficiente. "Restiamo in attesa di essere convocati dal sindaco insieme a tutti coloro che operino nel turismo e nel commercio e nel frattempo ribadiamo, così come facciamo da anni con proposte concrete, l'urgenza di una governance a livello metropolitano in grado di gestire i flussi turistici in centro storico e ridurre l'impatto su Venezia". Così Cristina Giussani, presidente Confesercenti Città Metropolitana di Venezia, commenta la delibera quadro del 28 aprile in cui la Giunta comunale mette in campo una serie di interventi per regolare l'accesso a Venezia dei turisti, partendo da uno strumento "conta-persone".

"Ben venga la raccolta dei dati, per procedere con proposte ed interventi dettagliati è necessario conoscere i numeri e gli ingressi in città - prosegue Giussani -  Dopodichè, ci vuole una regia su scala metropolitana, l’unica possibile per affrontare questi fenomeni, che ridistribuisca in terraferma le presenze turistiche con il duplice risultato di 'salvare' il centro storico e di rilanciare le attività economiche di tutti i comuni limitrofi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento