Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Controlli continui a Sottomarina: maxi sequestri, un abusivo espulso

Accertamenti interforze sul litorale sabato. Centinaia di pezzi requisiti dalle forze dell'ordine. Diciassette bengalesi e senegalesi identificati

Dall'inizio dell'estate si susseguono su spiagge e litorali. Ma la piaga dell'abusivismo continua a imperversare in tutti gli arenili del Veneziano. Fatto sta che i controlli ci sono, ma evidentemente sono sufficienti solo ad arginare un fenomeno contro cui in questi giorni ha puntato il dito anche il presidente del Veneto Luca Zaia.

Sabato scorso, per esempio, polizia, guardia costiera, polizia locale, guardia di finanza e carabinieri hanno passato al setaccio il litorale di Sottomarina. Alla ricerca non solo di venditori abusivi, ma anche di eventuali stranieri non in regola con il permesso di soggiorno. Immancabili, dunque, si sono susseguiti i sequestri di diverse centinaia di prodotti irregolari. Tra borse, portafogli, orecchini, bigiotteria, cover per cellulari, accessori, scarpe, costumi, foulard, orologi e radioline.

Non solo. Alcuni abusivi naturalmente alla vista delle forze dell'ordine se la sono data a gambe, lasciando a terra in tutto 24 borse di merce. Tutta requisita. In tutto sono stati diciassette gli individui identificati, tutti di nazionalità senegalese o bengalese. L'unico a finire nei guai è stato un 25enne originario del Bangladesh, clandestino. Per questo motivo è stato multato ed espulso. Altri sei venditori, invece, sono stati sanzionati in base al regolamento comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli continui a Sottomarina: maxi sequestri, un abusivo espulso

VeneziaToday è in caricamento