rotate-mobile
Cronaca Jesolo

A Jesolo piovono "scrocconi": turista preso in extremis, coppia in fuga dal ristorante

Nei giorni scorsi un 67enne è stato rincorso e poi fermato dalla polizia: doveva saldare un conto di 300 euro a un albergo. Coppia di italiani invece scappa dal locale senza pagare

Con la stagione turistica tornano anche gli "scrocconi" sul litorale veneziano. Lo sanno bene ristoratori e albergatori che si ritrovano a fare i conti con tariffe da saldare o, come in uno dei casi più recenti, si ritrovano a rincorrere chi non vuole pagare. Nei giorni scorsi, infatti, il dipendente di un albergo di Jesolo Lido ha chiamato la polizia spiegando di essersi lanciato all'inseguimento di un uomo che, dopo aver fruito dei servizi di una struttura ricettiva, si era dato alla fuga senza sborsare i 300 euro richiesti. Si trattava di un tedesco di 67 anni che si è giustificato dicendo di non avere i soldi per saldare il debito ed è stato quindi denunciato per insolvenza fraudolenta. 

Altri "scrocconi" al ristorante

Un episodio non molto dissimile, anche se senza lieto fine, si è verificato giovedì sera in un ristorante in zona piazza Milano, sempre a Jesolo. Una coppia di italiani sulla trentina (lui capelli castani rasati, lei capelli lunghi castani chiaro) si sono comportati in tutto e per tutto come perfetti clienti, ordinando pesce e vino. Al momento di pagare, però, hanno lasciato 5 euro di "mancia" sul tavolo e, mentre i camerieri erano impegnati a predisporre il conto, hanno tagliato la corda.  

La "mancia" e la fuga

Lui capelli castani rasati corti corti, magro corporatura normale, un po’ maleducato e zero sorriso. Lei capelli lunghi castani chiaro con schiariture bionde, magra, gentile ed educata. Italiani giovani sulle 30ina. Abbigliamento normale, casual, non troppo elegante né vistoso (lui camicia a scacchi piccoli blu e bianchi e lei t-shirt bianca). Non indossano occhiali da vista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Jesolo piovono "scrocconi": turista preso in extremis, coppia in fuga dal ristorante

VeneziaToday è in caricamento