menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Erosione e problemi costieri: il ministro Galletti approva "Contratto di costa veneta"

Lunedì a Bibione è stata firmata una manifestazione di interesse tra i sindaci e lo stesso ministro, che sancisce il coinvolgimento nell'iter di processo del contratto

"Piena disponibilita? ed interesse del Ministero dell’Ambiente che rappresento per il Contratto di Costa Veneta. Voi siete i primi ad applicare su un’area vasta regionale questo modello innovativo di Contratto di Fiume, che deve diventare una buona pratica per il resto del Paese. Contate anche sulla disponibilita? della mia Segreteria Tecnica per il percorso partecipativo che da oggi ufficialmente ha inizio". Con queste parole il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gian Luca Galletti, ha concluso il suo intervento all'evento “Erosione e problematiche della costa veneta: verso il contratto di costa" che si e? svolto nel pomeriggio di lunedi? a Bibione.

Condivisione all’iniziativa ed esplicito interesse e? arrivato anche dall’assessore della Regione Veneto Pierpaolo Bottacin, che ha ricordato l’impegno nell’attuazione delle politiche di difesa, tutela e protezione delle zone costiere e la necessita? di finanziamento per le opere idrauliche del territorio regionale. Ha inoltre annunciato che entro il mese di marzo sara? reso pubblico lo studio per la valutazione del trend evolutivo del litorale, elaborato dall’Universita? di Padova, al fine di formare un quadro utile alla pianificazione, gestione e monitoraggio degli interventi del prossimo decennio.

Ad aprire i lavori e coordinare gli interventi Pasqualino Codognotto, sindaco di San Michele al Tagliamento che ha patrocinato l’evento. In rappresentanza della Repubblica Italiana c’erano inoltre gli onorevoli Sara Moretto e Diego Crivellari che si sono espressi con favore ed entusiasmo rispetto all’iniziativa del Contratto di Costa Veneta, ritenendone opportuna la concretizzazione in tempi brevi, date le criticita? idrografiche, ambientali e socio-economiche che caratterizzano i territori di fascia costiera.

Relazioni tecniche sono state quindi presentate da Maurizio Ferla, dirigente dell’ISPRA e da Luigi De Lucchi, funzionario del Dipartimento difesa del suolo e foreste Regione del Veneto, che hanno rispettivamente restituito il quadro nazionale e regionale di riferimento per le tematiche in discussione. Mentre Laura Mosca, coordinatore tecnico scientifico del Contratto di Foce Delta del Po, ha illustrato motivazioni ed obiettivi dell’iniziativa con approfondimenti sull’approccio metodologico e sull’iter di processo della progettualita? riferita al Contratto di Costa Veneta.

A conclusione dei lavori il ministro Galletti, l’assessore Bottacin e i sindaci Claudio Bellan, Giuseppe Casson, Pasqualino Codognotto, Thomas Giacon hanno sottoscritto una “Manifestazione di Interesse” al coinvolgimento diretto nelle varie fasi dell’iter di processo del "Contratto di Costa Veneta”. "Un grande successo l’incontro di oggi - ha concluso il sindaco Codognotto - che ha sancito con la condivisione e l’interesse del Ministro Galletti e dell’Assessore Bottacin l’utilita? di avviare il percorso partecipativo proposto e finalizzato alla sottoscrizione del Contratto di Costa Veneta. Questo ci consentira? di migliorare la governance a partire dalle problematiche che quotidianamente ci affliggono, rafforzando il sistema locale e la rete con le istituzioni di tutti i livelli, al fine di favorire un concreto sviluppo sostenibile per i nostri territori costieri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento