menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dal corteo del 12 dicembre

Un'immagine dal corteo del 12 dicembre

Tornado, 5 milioni dalla Regione: "Promesse mantenute, e lo Stato?"

L'assessore regionale Gianpaolo Bottacin annuncia che i fondi da destinare a famiglie e aziende sono pronti. "Ma dal Governo ci saremmo attesi di più"

Arrivano i soldi per le famiglie colpite dal tornado, ma sono ancora pochi e in ritardo. La giunta regionale ha adottato il provvedimento con cui destina 4 milioni 690 mila euro ai comuni di Dolo, Mira e Pianiga da assegnare ai privati come contributo per il ripristino dei danni causati alle abitazioni e alle strutture a seguito del disastro dell'8 luglio. Lo comunica l’assessore all’Ambiente e alla protezione civile Gianpaolo Bottacin, sottolineando che queste risorse regionali vanno ad aggiungersi agli 1,3 milioni di euro già attribuiti per gli interventi urgenti subito dopo l’evento calamitoso.

"Il primo punto che mi preme evidenziare - aggiunge l’assessore - è che la Regione del Veneto mantiene quanto aveva promesso e, nonostante le note difficoltà di bilancio, ha completato entro l’anno l’assegnazione dell’intero stanziamento su cui si era impegnata. Saranno ora i sindaci a provvedere all’erogazione dei contributi alla popolazione, dando priorità ai danni subiti dalle abitazioni principali". "Ma voglio anche ribadire - aggiunge Bottacin - che la Regione, appena accaduti i fatti, si è mossa subito dichiarando lo stato di crisi e chiedendo lo stato di emergenza, come previsto per gli eventi di rilevanza nazionale".

"Il governo, una volta riconosciuto lo stato di emergenza - attacca l'assessore - avrebbe dovuto farsi carico dei danni secondo quanto previsto dalla Legge 225/92. È scandaloso invece che da quest’estate, a fronte dei 150 milioni di danni registrati sulla Riviera del Brenta e in Val Boite e Cadore qualche settimana dopo, il Governo sia intervenuto con soli 4 milioni di euro. Ci saremmo attesi molto di più da parte dello Stato in termini di impegno finanziario, visto che il Veneto lascia ogni anno nelle casse statali 20 miliardi di residuo fiscale per la ‘solidarietà nazionale’".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento