Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Camere di livello e col wifi: ma piovono le multe sui B&B della città

Quindici gli appartamenti che si sono contraddistinti per irregolarità: in totale le contravvenzioni hanno toccato un totale di 30mila euro. In quasi tutte le strutture riscontrate irregolarità

Camere pulite e in ordine, dotate di postazione internet e accesso wi-fi, in bed&breakfast ubicati in zona centrale e in palazzi spesso soggetti a vincoli ambientali, con prezzi al giorno oscillanti tra i 45 e i 50 euro, senza colazione. Peccato che in quasi tutte le strutture siano stati riscontrati illeciti penali e amministrativi, che vanno dalla mancanza di autorizzazione per l'esercizio dell'attività, alla mancanza del nulla osta igienico-sanitario, dal maggior utilizzo rispetto alla ricettività consentita, alle modifiche edilizie interne senza autorizzazione.

Alla fine sono stati venticinque, per contravvenzioni complessive che sfiorano i 30mila euro, i verbali elevati questa mattina dagli operatori della polizia municipale, nell'ambito di una mirata operazione di controllo delle attività ricettive nel centro storico di Venezia, che ha riguardato, in particolare, la verifica delle S.C.I.A. (segnalazioni certificate inizio attività) per l'esercizio del bed&breakfast in quindici appartamenti, ubicati nei sestieri di Castello (quattro), San Marco (cinque), Santa Croce-San Polo (tre) e Cannaregio (tre).


Nelle strutture, gestite da italiani, cinesi, libanesi e thailandesi si trovavano complessivamente una quarantina di turisti, di nazionalità tedesca, canadese, svizzera e americana. “L’operazione - ricorda in una nota il comandante generale della polizia municipale, Luciano Marini - fa seguito ai numerosi e analoghi controlli già effettuati in centro storico, che proseguiranno prossimamente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camere di livello e col wifi: ma piovono le multe sui B&B della città

VeneziaToday è in caricamento