menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli serrati della capitaneria, "piovono" sanzioni e sequestri

Nella settimana di Ferragosto accertamenti non solo in laguna ma anche in alto mare. Due natanti requisiti, sanzioni e 42 irregolarità

Piove sul bagnato, viste le condizioni meteo, per coloro che nella settimana di Ferragosto sono incappati nei controlli del reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Venezia e delle relative sezioni operative di Caorle, Chioggia e Porto Levante: 63 le imbarcazioni finite nel mirino, 98 le persone identificate e 42 irregolarità di vario tipo riscontrate. Naturalmente gli accertamenti si sono concentrati non sono in laguna, ma anche in mare aperto, con l'impiego di dieci unità navali e quaranta uomini.

Le violazioni più gravi e ricorrenti hanno riguardato soprattutto il moto ondoso e le assicurazioni obbligatorie. Per questo motivo due imbarcazioni che ne erano prive sono state sottoposte a sequestro. Otto, invece, le contestazioni in fatto di lavoro nero a bordo di natanti adibiti a trasporto persone. Quattro proprietari di barche, poi, sono stati segnalati per dei controlli sulla coerenza con i redditi dichiarati.

Non sono mancati naturalmente anche i sequestri di 935 prodotti contraffatti e 107 articooli di contrabbando, colpendo ancora una volta a piaga del commercio abusivo. Il tutto portato a termine dagli uomini della sezione di Caorle, compresa la segnalazione di una persona per uso di sostanze stupefacenti e il sequestro di cinque puntatori laser irregolari. Sotto la lente di ingrandimento anche possibili evasioni di imposte locali in ambito demaniale: le entrate mancanti per l'erario sarebbero di circa 30mila euro, oltre a sanzioni e interessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento