menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri in prima linea nei luoghi della movida e dello spaccio: fioccano le denunce

Controlli dei militari dell'Arma della Compagnia di Mestre in tutto il territorio di competenza, dal quartiere Piave al Miranese fino in Riviera del Brenta

Negli ultimi giorni i carabinieri della compagnia di Mestre hanno rafforzato i controlli nei luoghi sensibili della movida, in quelli più a rischio spaccio nel quartiere Piave e, in generale, anche in tutto il Miranese e in Riviera del Brenta.

I controlli dei carabinieri

Nello specifico, i militari hanno denunciato a piede libero un 26enne moldavo, con numerosi precedenti, all'interno di un locale pubblico di Mira, poiché aveva mostrato documenti palesemente falsi; la carta d'identità, sequetrata, è ora oggetto delle opportune verifiche. Sempre a Mira, i carabinieri hanno segnalato in Prefettura 11 persone, tutte sorprese con modiche quantità di stupefacente, verosimilmente per utilizzo personale.

Due giovani sono stati invece denunciati rispettivamente per furto: un cittadino libico è stato sorpreso mente cercava di rifarsi il guardaroba nel punto vendita Coin alla barche, naturalmente senza pagare; una donna moldava, invece, stava cercando di uscire dal punto vendita Quello Giusto, senza passare per le casse, prima di essere fermata dal personale in servizio, in attesa dell'arrivo dei militari. Due automobilisti, invece, sono stati sorpresi con tasso alcolemico oltre il limite alla guida: per loro è scattata la denuncia, con sospensione della patente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento