rotate-mobile
Cronaca

Controlli Finanza per l'America's Cup: yacht di lusso dichiarando 5mila euro

Questo uno degli undici casi sospetti segnalati dalle fiamme gialle. Durante i giorni della manifestazione sono stati 135 gli accertamenti. Scoperti anche nove lavoratori in nero

L'imbarcazione, di lusso, lunga 14 metri, era a Venezia per assistere alle gesta dei catamarani dell'America's Cup. Se ne sono viste tante di barche del genere dal 12 al 20 maggio, sia in Bacino di San Marco che al Lido. Con una differenza: a un controllo delle fiamme gialle si è scoperto che il natante era intestato a una società in perdita e nella disponibilità di un libero professionista che aveva dichiarato all'erario redditi per 5mila euro. Una discrasia evidente, visto il valore del mezzo che si aggirava tra i 150mila e i 200mila euro. Sono di questo tenore le undici segnalazioni che gli agenti del reparto operativo aeronavale della Finanza hanno inviato ai colleghi competenti per territorio. In un altro caso gli agenti sono saliti su un megayacht a noleggio, il cui costo settimanale si aggira sui 3mila euro, con a bordo persone che hanno dichiarato 20 o 30mila euro di reddito annuo.

Dal 12 al 20 maggio, giorni di svolgimento dell'America's Cup, sono state 135 le imbarcazioni controllate. E i finanzieri non escludono che andando avanti con le verifiche non salti fuori qualche altro caso oltre agli undici già oggetto di indagine. Si tratta di imprenditori, liberi professionisti e artigiani, tra cui nessun veneziano, residenti per la maggior parte al Nord. "Nel mirino" anche alcune donne.

Gli inquirenti sottolineano che i controlli sono stati mirati e, soprattutto, "discreti". Senza influire sulle regate e sugli eventi a contorno della manifestazione. Durante l'operazione sono stati scoperti anche nove membri di equipaggi "in nero", che non erano stati indicati nelle carte d'imbarco. Prevalentemente persone italiane a bordo come skipper o marinai.


Positivi anche sei controlli in materia di accise per l'impiego di carburante agevolato, con pesanti multe elevate per irregolare tenuta dei registri di carico e scarico del combustibile. Ad allungare la lista delle contravvenzioni anche cinque sanzioni per somministrazione di alimenti irregolare e attività non dichiarata. In questo caso si tratterebbe di imbarcazioni per turisti che avevano "improvvisato" dei buffet o degli aperitivi senza averne l'autorizzazione. Due natanti, infine, erano privi di assicurazione obbligatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli Finanza per l'America's Cup: yacht di lusso dichiarando 5mila euro

VeneziaToday è in caricamento