menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si aggirava per Jesolo, ma su di lui pendeva un ordine di carcerazione: in manette

L'uomo, un tunisino noto alle forze dell'ordine, è statao arrestato giovedì. Il questore ha anche imposto l'obbligo di lasciare il Paese a due cittadini nordafricani irregolari

Si aggirava in via dei Pioppi, in prossimità del III accesso al mare, quando è stato individuato dalle forze dell'ordine, impegnate sul territorio in un controllo straordinario interforze ordinato dal questore di Venezia, Angelo Sanna. Gli agenti della polizia di Jesolo hanno sin da subito riconosciuto H.K., cittadino di nazionalità tunisina, irregolare sul suolo italiano e ben noto per una lunga serie di reati legati al patrimonio e in materia di stupefacenti.

I poliziotti hanno quindi proceduto con un controllo di rito al terminale interforze, scoprendo nella banca dati ministeriale che l'uomo risultava nella lista delle persone ricercate: gli uomini in divisa gli hanno quindi messo le manette ai polsi, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso il 20 gennaio 2017 dalla Procura della Repubblica di Venezia.

I controlli interforze del giovedì sono poi proseguiti in via Levantina, dove gli agenti hanno rintracciato due cittadini di nazionalità nordafricana, già noti alle forze dell'ordine. Accompagnati negli uffici della polizia di stato per ulteriori accertamenti, sono stati muniti dell'ordine del questore di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni, in quanto clandestini su suolo italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento