Guide turistiche non autorizzate e tour in barca con aperitivo abusivi: raffica di multe a Venezia

Stretta sui controlli della guardia di finanza: mini crociere abusive e guide non abilitate

Tre guide turistiche non autorizzate ad accompagnare i visitatori in giro per la città, altre tre persone che non certificavano i corrispettivi percepiti da parte delle guide regolarmente abilitate e due persone che utilizzavano barche da diporto senza il permesso per organizzare veri e propri boat tour in laguna, con tanto di aperitivo. Sono i risultati degli ultimi controlli della guardia di finanza a Venezia che, con la stagione, ha intensificato le verifiche mirate al contrasto dell'abusivismo. 

Guide turistiche abusive

Nei giorni scorsi sono stati monitorati numerosi gruppi di visitatori in giro per le calli di Venezia per verificare se gli accompagnatori delle comitive fossero in possesso della necessaria autorizzazione per l’esercizio della professione di guida turistica e se fossero adempiuti gli obblighi di documentazione fiscale dei compensi percepiti. I controlli eseguiti dal 1° Nucleo Operativo Metropolitano e dalla Compagnia Pronto Impiego di Venezia hanno portato a sanzioni che vanno dai mille ai 4mila euro .nei confronti di tre persone per esercizio dell’attività di guida turistica senza autorizzazione. In altri 3 casi è stata contestata la mancata certificazione dei corrispettivi percepiti da parte di guide regolarmente abilitate e dotate di partita Iva.

Boat tour senza permesso

In collaborazione con la Stazione Navale della Guardia di Finanza della Giudecca, le fiamme gialle hanno inoltre effettuato controlli ai cosiddetti “boat tour”, ossia a giri in barca a pagamento per i canali di Venezia, della durata di circa un’ora e talvolta accompagnati da aperitivo, offerti su siti internet specializzati ai turisti per lo più stranieri. In due casi è stato riscontrato che l’imbarcazione utilizzata per il “boat tour” era una semplice unità da diporto, utilizzabile solo per fini privati e non per giri turistici a pagamento. Ai responsabili è stata staccata una multa di 2.775 euro ed è stata revocata la patente nautica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento