Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Spostamenti, stretta dei controlli su strada e nelle stazioni prima di Pasqua

Il timore è che nei giorni festivi e in quelli immediatamente precedenti ci possano essere movimenti anomali e non consentiti

Controlli più stringenti nei giorni prima di Pasqua e concentrati nelle aree urbane a maggior rischio assembramento, lungo le strade extraurbane, le stazioni ferroviarie e gli aeroporti. È quanto chiede il ministero dell'Interno nella circolare inviata nelle scorse ore ai prefetti. Il documento firmato dal capo di Gabinetto del Viminale Bruno Frattasi introduce una disciplina più rigorosa per contenere la diffusione del virus dopo l'ultimo decreto legge del Governo Draghi. Lo riporta oggi Today.

«Si raccomandano controlli accurati nelle aree urbane più sensibili e potenzialmente interessate da fenomeni di assembramento, - si legge nel documento - specialmente in corrispondenza delle giornate festive e prefestive». Le disposizioni verranno applicate con rigore anche nel periodo pasquale, con controlli mirati «lungo le strade di scorrimento extraurbano, potenzialmente interessate da flussi di traffico più intensi. Uguale attenzione verrà poi rivolta alle stazioni aeroportuali e ferroviarie, come pure agli altri snodi della mobilità urbana».

Il testo completo della circolare

«È stata inviata ai prefetti la circolare a firma del capo di Gabinetto, Bruno Frattasi, con la quale si forniscono alcune indicazioni in merito alle disposizioni contenute nel Decreto legge 13 marzo 2021, n.30 per garantire una più stringente strategia di contenimento dei contagi da coronavirus, anche in previsione delle imminenti festività pasquali. Il provvedimento in esame, che fa seguito al decreto-legge 23 febbraio 2021, n. 15, e al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021, ha introdotto specifici interventi destinati a trovare applicazione nel periodo intercorrente tra il 15 marzo ed il 6 aprile 2021. Tenuto conto che le disposizioni introducono una disciplina più rigorosa per contenere, nella massima misura, la diffusività del virus, contribuendo così alla tenuta del sistema sanitario, la circolare richiama l'esigenza che la loro applicazione venga sostenuta da un particolare sforzo operativo che incida significativamente sul dispositivo dei controlli».

«La circolare raccomanda, pertanto, che i servizi territoriali vengano disposti con accuratezza e si concentrino specificamente nelle aree urbane più sensibili, potenzialmente interessate da fenomeni di assembramento, specialmente in corrispondenza delle giornate festive e prefestive. Con riguardo alla circostanza che le nuove disposizioni troveranno applicazione anche nel periodo pasquale, richiama l'esigenza che vengano disposti mirati controlli lungo le strade di scorrimento extra-urbano, potenzialmente interessate da flussi di traffico più intensi, onde accertare il rigoroso rispetto delle disposizioni in materia di mobilità. Uguale attenzione andrà, poi, rivolta alle stazioni aeroportuali e ferroviarie, come pure agli altri snodi della mobilità urbana».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostamenti, stretta dei controlli su strada e nelle stazioni prima di Pasqua

VeneziaToday è in caricamento