Pesce senza documenti venduto al mercato: 120 chili di prodotto sequestrato, multe

Controlli dei carabinieri sui banchi di vendita a Chioggia. Due persone trovate non in regola. In un'altra operazione una donna è stata arrestata per furto

Foto d'archivio

La vendita non in regola gli costa cara. Nel fine settimana scorso i carabinieri della motovedetta della compagnia di Chioggia hanno operato una serie di controlli all’interno del locale mercato ittico. In due banchi di vendita sono stati trovati 120 chili di pesce privo di documentazione che ne attestasse la provenienza: per questo il prodotto, del valore commerciale di circa 2mila euro, è stato sottoposto a sequestro in vista del successivo smaltimento. I due venditori sono stati sanzionati in via amministrava per 1.500 euro a testa.

Nel pomeriggio di mercoledì, invece, sempre a Chioggia, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia locale hanno rintracciato e arrestato una donna ucraina di 48 anni, senza fissa dimora, in esecuzione di ordine per la carcerazione emesso dalla procura della Repubblica di Pordenone. La donna è stata condannata alla pena di 6 mesi di reclusione per il reato di furto commesso nel febbraio 2011.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento