Furti nel fine settimana: cinque denunce

I risultati dei pattugliamenti dei carabinieri a Mestre e dintorni

I pattugliamenti effettuati dai carabinieri nel fine settimana di Halloween hanno portato ad alcune denunce a piede libero per furti e spaccio tra le zone di Mestre, terraferma veneziana e dintorni.

Il più giovane è un ventunenne di Noale che è stato sorpreso a vendere marijuana nelle piazze del centro della cittadina; dalla successiva perquisizione in casa sono saltati fuori altri 16 grammi della stessa sostanza.

Gli altri sono ladruncoli: un cinquantenne moldavo che, all’interno del Leroy Merlin di Marghera, è stato bloccato da un addetto alla sicurezza dopo aver rubato dagli scaffali vari utensili, per un valore di 100 euro; un uomo italiano, senza fissa dimora, preso mentre cercava di tagliare con le cesoie il lucchetto di una bici parcheggiata in centro a Mestre; un 53enne di Mirano che tentava di fare la spesa “gratis” al Prix di Martellago; un marocchino irregolare che, in centro a Mestre, ha visto un furgone incustodito e ha preso dall'interno una valigetta da lavoro, subito bloccato dai carabinieri che avevano visto la scena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento