rotate-mobile
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Controllori "aggressivi", Actv vuole vederci chiaro sulle segnalazioni

L'ad di Avm Giovanni Seno convoca la ditta appaltatrice e chiede di isolare i dipendenti troppo energici. Pena la rescissione del contratto

Si sono susseguite negli ultimi tempi segnalazioni da parte di passeggeri alle prese non solo con la giusta "fermezza" in fatto di accertamenti e multe, ma anche di scortesia a volte eccessiva. Nel mirino finiscono alcuni controllori di una azienda appaltatrice che fornisce il servizio ad Actv, l'azienda di trasporti pubblici lagunare.

Come riporta il Gazzettino, sull'onda di segnalazioni che inevitabilmente si riversano su Facebook, l'amministratore delegato di Avm Giovanni Seno ha convocato mercoledì prossimo l'azienda appaltatrice. Da specificare naturalmente, come sottolineato dallo stesso Seno sul quotidiano, che a essere troppo "energici" sarebbero solo tre o quattro dipendenti dei venti controllori in forza alla ditta. Anzi, da quando sono entrati in azione questi nuovi controllori le multe sono aumentate di molto. Quindi i risultati stanno arrivando. Ciò sta a significare che sono ancora tanti coloro che prima di salire a bordo dei mezzi pubblici lo fanno "a sbafo".

Fatto sta che dal dirigente di Avm è arrivata la richiesta di isolare coloro che si macchiano di comportamenti "troppo aggressivi", pena la possibile interruzione del mandato. Il contratto stipulato avrebbe una durata di tre mesi. L'ultimo caso segnalato quello di un diplomatico che ha riferito (racconto confutato però dai controllori) che martedì scorso sarebbe stato "quasi aggredito" a bordo. La vicenda è poi finita negli uffici della polfer.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllori "aggressivi", Actv vuole vederci chiaro sulle segnalazioni

VeneziaToday è in caricamento