"Manuale d'istruzioni" per la sicurezza negli eventi: convegno con sindaci, pompieri e Ulss

Circa 300 partecipanti all'incontro tenutosi martedì e coordinato dalla prefettura. Presentate le misure di safety e security come previsto dalle nuove normative ministeriali

Nuove direttive del ministero in materia di safety e security negli eventi: è il tema affrontato nel corso di un convegno tenutosi martedì all'auditorium del Comando provinciale dei vigili del fuoco. Più di 300 i partecipanti, con la decisione finale di affidare al gruppo tecnico di lavoro (coordinato dalla prefettura) la stesura di un documento che sarà punto di riferimento per le misure da adottare nelle manifestazioni pubbliche, sia per gli enti pubblici che per gli organizzatori degli eventi.

"Cornice di massima sicurezza"

Il convegno, dal titolo "Safety & Security nelle manifestazioni pubbliche", è stato organizzato dalla prefettura di Venezia d'intesa con Anci Veneto ed in collaborazione con la questura, i Comandi provinciali di carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco, il collegio dei periti industriali e l'ordine professionale degli ingegneri. Rimarcato l'obbligo, in capo agli enti organizzatori, pubblici o privati, di garantire una cornice di sicurezza attraverso la predisposizione di un piano che veda la suddivisione delle aree interessate in zone, con l'individuazione degli accessi, delle vie di fuga e l'attuazione dei servizi antincendio, nonché la presenza degli steward in relazione alla particolare rilevanza della manifestazione, con compiti di informazione ai cittadini, attraverso adeguati strumenti di comunicazione. Evidenziata inoltre l'esigenza di assicurare, con la predisposizione del piano sanitario, l'assistenza ai partecipanti in caso di situazioni di emergenza.

Gruppo di studio con ingegneri e periti industriali

L'iniziativa è nata dall'esigenza di creare un tavolo di confronto, a fronte delle numerose richieste di chiarimenti da parte dei sindaci sull'applicazione delle nuove disposizioni. A tal proposito è stato istituito un gruppo di studio che ha visto anche il coinvolgimento dell'ordine degli ingegneri e del collegio dei periti industriali. Al seminario sono intervenuti il prefetto Carlo Boffi, il direttore interregionale dei vigili del fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige, l'assessore regionale alla Cultura, la presidentessa dell'Anci Veneto, rappresentanti del Comune di Venezia e il direttore dell'Ulss 3. Tra i partecipanti figuravano sindaci dei Comuni della provincia, comandanti delle polizie locali, dirigenti degli uffici comunali, rappresentanti delle associazioni di categoria, presidenti delle Proloco e delle associazioni di volontariato che prestano assistenza sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento