rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Castello / Castello, 787

Odore nauseabondo e acqua sporca. Convitto Cini evacuato, poi eseguiti i lavori di ripristino

La decisione nel tardo pomeriggio di giovedì, ma il problema alle fognature perdurerebbe da più giorni. Sul posto tecnici della Città metropolitana, che hanno risolto il problema nelle ore successive

Le immagini lasciano ben poco spazio all'immaginazione, tanto che nel tardo pomeriggio di giovedì è stato decretato il "tutti a casa" per gli studenti che si trovavano all'interno del convitto dell'istituto nautico "Cini" a Castello. Alcune decine di ragazzi (una novantina) sono state costrette a lasciare la struttura collegata all'istituto tramite il chiostro, dove si sviluppano attività pomeridiane e c'è la possibilità di pernottare per gli studenti fuori sede. Una situazione che perdurerebbe da almeno 3 settimane, quando sarebbe stata contattata per la prima volta una ditta specializzata.

Convitto allagato

Problema che perdura da tempo

Ma lo scenario non è cambiato di molto, anzi: le immagini mostrano pavimenti allagati da acqua non certo di "sorgente" e chi si trovava all'interno dello stabile ha parlato di odori "nauseabondi". Venerdì scorso sono giunti i tecnici, evidentemente senza risolvere la situazione. Il tutto è poi degenerato qualche giorno dopo, giovedì, rendendo necessario l'ennesimo sopralluogo e il "rompete le righe".

Trovato l'inghippo

I tecnici della Città metropolitana, arrivati sul posto ancora una volta, si sono messi al lavoro e, il giorno successivo, hanno dichiarato il cessato allarme. Secondo gli operai è stata trovata una seconda vasca non indicata negli schemi di scarico, quindi sono stati effettuati gli espurghi necessari. Non risultano tracce di dolo o atto vandalico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odore nauseabondo e acqua sporca. Convitto Cini evacuato, poi eseguiti i lavori di ripristino

VeneziaToday è in caricamento