menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Non solo il centro di via Mestrina, chiudere anche quello bengalese di Marghera"

Luigi Corò, presidente del Cmp: "Bene l'intervento del Comune a Mestre, anche se tardivo. Ma anche la sala di via Paolucci è stata aperta senza rispetare le norme. Si rispetti la legge"

"Se si parla di norme urbanistiche allora bisogna chiudere non solo la moschea di via Mestrina, ma anche quella di via Paolucci a Marghera". A parlare è il presidente del comitato Cmp, Luigi Corò, a distanza di 24 ore dalle dichiarazioni del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che dal chiostro del museo M9 si è scagliato contro il centro culturale mestrino: "Interverremo, certo, pregano in 300 in un ex negozio", aveva affermato il primo cittadino.

Si chiuda anche il centro di Marghera

Corò sottolinea come l'intervento, definito "positivo ma tardivo", dovrebbe riguardare anche il punto di riferimento bengalese della città giardino: "E' stato aperto in totale difformità alle leggi - continua - irregolarità ben più gravi di quelle che ha portato, dopo un nostro esposto, alla chiusura del centro di via Fogazzaro a Mestre".

Raccolta firme tra i residenti

A chiedere di intervenire ai membri del comitato sarebbero stati alcuni residenti dei condomini vicini, che avrebbero dovuto sopportare diversi problemi di sovraffollamento: "E' stata presentata pure una petizione d'iniziativa popolare sottoscritta dagli inquilini del palazzo per chiedere il ripristino della legalità - conclude il presidente del Cmp - per questo chiedo non solo la chiusura urgente della moschea di via Mestrina, ma anche quella di via Paolucci. Si controllino tutte queste sale e si certifichi il rispetto delle leggi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento