Coronavirus, in Veneto parte la sperimentazione del test della saliva

L'annuncio è arrivato dal presidente della Regione Luca Zaia, nel corso di un punto stampa in cui erano presente anche il professor Plebani e il rettore dell'università di padova. Risultati del test entro 24 ore

Screening Coronavirus (archivio)

L'annuncio è arrivato oggi nel corso del punto stampa del presidente della Regione Luca Zaia dalla sede della protezione civile di Marghera. Il Veneto sperimenterà il test molecolare della saliva per determinare l'eventuale positività delle persone al coronavirus. Stando quanto dichiarato dal professor Mario Plebani dell'università di Padova, presente alla conferenza con il rettore Rosario Rizzuto, costerebbe una cifra paragonabile al tampone, e il risultato arriverebbe nell'arco delle 24 ore successive.

Il Veneto sperimenta il test della saliva

«È un progetto sperimentale unico che mi rende molto orgoglioso. - afferma Rizzuto - In sostanza, il test della saliva sarà usato per monitorare il personale docente e indispensabile allo svolgimento delle lezioni, con la stessa frequenza con cui si testa il personale sanitario, e quindi ogni 20 giorni». La diagnosi molecolare da saliva, come spiegato dal rettore, ha una affidabilità pari a quella dei tamponi, quindi si può immaginare una procedura di prelievo di saliva che dà la stessa informazione molecolare di un tampone. «E questo significa garantire a chi tutti i giorni va in aula ad insegnare agli studenti e agli studenti stessi la sicurezza». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Parliamo di una grande innovazione, - ha detto Zaia - la saliva diventa la realtà. E se avremo il test rapido con la saliva si va in autodiagnosi». Proprio di test rapido ha quindi parlato Plebani, chiarendo che attualmente i risultati sono soddisfacenti per il test molecolare della saliva, mentre il test rapido è quello basato sull'antigene. «Passeremo a quello - ha sottolineato - quando avremo una sensibilità paragonabile se non superiore a quella del tampone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento