menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vero Forrest Gump è sulle nostre strade: Mestre tappa del maratoneta della pace

La folle idea di Ara Khatchadourian, ironman di origini armene: una maratona al giorno da Marsiglia fino a Erevan portando con sé un messaggio di pace: "Sono cittadino del mondo"

E' lui, è il vero Forrest Gump. Il paragone con il personaggio interpretato magistralmente da Tom Hanks è la prima cosa che ti viene in mente nel leggere la folle idea di Ara Khatchadourian, ironman nato in Libano ma di origini armene che il 7 aprile scorso è partito dalla sua città, Marsiglia, con l'intento di correre una maratona al giorno fino a raggiungere Erevan, che simboleggia le sue radici. Nella testa e nel cuore un messaggio di pace che intende attraversare le frontiere e le città.

Arrivo e partenza da Mestre: "Destinazione il mondo"

Mercoledì il corridore (che in passato ha scalato le cime più alte del mondo sempre con il suo messaggio di pace) è transitato di corsa per la Riviera del Brenta, dopo essere partito da Selvazzano Dentro e aver attirato l'attenzione con il suo camper colorato anche a Padova. L'arrivo a Mestre, da dove giovedì mattina l'atleta è ripartito alla volta di Ceggia. 

La tappa di giovedì 26 aprile postata su Facebook

mappa-4-5

Partenza da Marsiglia, arrivo in Armenia

Giorno dopo giorno Khatchadourian si avvicina alla frontiera con la Slovenia per poi inoltrarsi nei Balcani fino a Croazia e Serbia, dopodiché sarà la volta della Bulgaria, della Grecia, della Turchia, della Georgia e dell'Armenia. Il 21 luglio, se tutto andrà come da programma, è previsto l'arrivo a Erevan. Dimostrando che i diritti civili e la pace sono concetti universali che travalicano le frontiere. 

Il camper con cui si muove Ara Khatchadourian

camper ok-4

Itinerario da 4.350 chilometri

"Sono un cittadino del mondo, sono per la pace, l'amore, il rispetto e la fraternità tra la gente, per la salute e l'educazione per tutti, per la vita che ha lo stesso valore indipendentemente dalla nazionalità, dalla religione o dal colore della pelle", ha dichiarato Khatchadourian prima della partenza. Ora è nel bel mezzo dei 4.350 chilometri da percorrere, ma a giudicare dai sorrisi di chi incrocia sul suo cammino la "Run for peace" è già un grande successo. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Cronaca

    Mose attivato nella notte, Venezia all'asciutto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento