rotate-mobile
Cronaca Castello / Campo Santa Maria Formosa

"L'Ater le abbandona, Asc le recupera", in centinaia a Venezia per la casa VIDEO

Ritrovo in campo Santa Margherita venerdì. In cammino tra cori e slogan chi combatte lo spopolamento del centro storico e chi mette nel mirino la politica residenziale della Regione

Famiglie, bambini, genitori. C'è una porzione di città che chiede sicurezza per il proprio futuro. Quest'ultimo si ha soprattutto nel momento in cui si ha un tetto sopra la testa. Una casa in cui veder crescere i propri figli e cercare, se possibile, di contrastare lo spopolamento di cui soffre il centro storico.

La manifestazione per la casa a Venezia

Per questo motivo centinaia di persone, tra cui privati cittadini, i rappresentanti dell'Assemblea sociale per la casa, attivisti dei centri sociali, l'associazione Venessia.com, il Gruppo25Aprile e tante altre rappresentanze, nel primo pomeriggio di venerdì hanno dato vita a un corteo che, tra slogan e musica, è partito da campo Santa Margherita per raggiungere la Regione. Mettendo nel mirino l'Ater, l'Ente che gestisce l'edilizia residenziale veneta, e i tanti (troppi?) alloggi che, a fronte di una pressante richiesta di abitazioni, rimangono inesorabilmente chiusi.

L'Assemblea sociale per la casa a suo tempo ha presentato un progetto che punta tutto sull'autorecupero. In più occasioni abitazioni fatiscenti sono state rimesse a nuovo dai cittadini. L'occupazione, però, è reato. La casa è un diritto. Una dicotomia che in laguna ha portato alla manifestazione di venerdì, in cui si è puntato il dito anche contro i troppi cambi di destinazione d'uso in una città che continua a perdere residenti, a fronte di un continuo aumento dei flussi turistici: "Dopo due anni di giunta fucsia sono stati persi 1.600 residenti a Venezia", è stato sottolineato.

Allegati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Ater le abbandona, Asc le recupera", in centinaia a Venezia per la casa VIDEO

VeneziaToday è in caricamento