rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Noale / Piazza Castello

Commercianti di Noale chiudono per protesta e riconsegnano le chiavi

Stamattina un centinaio di manifestanti si sono trovati davanti al Municipio. Il primo cittadino Celeghin li ha ricevuti, dichiarando che affronterà il "problema viabilità" con la maggioranza

Un centinaio di commercianti stamattina, fischietto in bocca, si sono ritrovati di fronte al Municipio della città dei Tempesta e consegnare simbolicamente le chiavi della propria attività al sindaco Michele Celeghin, dopo aver chiuso (in varie forme “morbide” o meno) i propri esercizi tra le 9 e le 11.

Una «serrata partecipata». Un modo per «gridare» che così non possono andare avanti. Che il mancato passaggio di automobilisti sta strozzando i loro fatturati. Il primo cittadino ha ricevuto i manifestanti per un'assemblea «improvvisata» nel corridoio antistante il suo ufficio. Un risultato i manifestanti lo hanno ottenuto: il primo cittadino lunedì sera affronterà la questione viabilità in una riunione tra i partiti di maggioranza, cercando un possibile punto d'incontro.  


«Tra piazza Castello e piazza XX Settembre ci sono 156 metri lineari – ha dichiarato il sindaco Michele Celeghin - se si ritiene che aprire al transito degli automobilisti le due piazze possa aiutare i commercianti non ho nessun problema nel venire in qualche modo incontro a questa richiesta, purché ciò non vada a sconvolgere il piano di fluidificazione del traffico del centro storico».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti di Noale chiudono per protesta e riconsegnano le chiavi

VeneziaToday è in caricamento