Corteo dei lavoratori Superjet in Triestina, disagi: "Vogliamo certezze per il futuro"

I dipendenti della joint-venture preoccupati per il passaggio in mani russe. Sciopero per tutto il giorno giovedì. Prima corteo sulla statale: "Finmeccanica investa, non se ne vada"

Inevitabili disagi giovedì mattina sulla strada statale Triestina a causa della manifestazione dei lavoratori del Polo aeronautico di Tessera, che guardano con preoccupazione al proprio futuro per la decisione di Leonardo Finmeccanica spa di ridurre la propria partecipazione in Superjet International dal 51% al 10%. La joint-venture passa di conseguenza sotto il controllo del socio russo Scac-Sukhoi. I manifestanti, circa un centinaio, hanno dato vita a due presìdi e soprattutto a un corteo che è partito da via Ca' da Mosto per poi interessare la Triestina.

Sul posto agenti della polizia locale, della polizia e dei carabinieri. Non appena il serpentone umano ha fatto il proprio ingresso in statale, diretto verso la nuova rotatoria dell'aeroporto, sono state istituite delle conseguenti deviazioni per gli automobilisti. I primi problemi per la viabilità si sono registrati verso le 10, dopodiché sono continuati per circa un'ora. Il corteo, secondo il programma anticipato alle autorità, hanno raggiunto la rotatoria per poi fare ritorno in via Ca' da Mosto.

La manifestazione si è conclusa poco dopo le 11. L'atmosfera era molto tesa. Anche i sindacati (Fiom, Fim e Uilm) chiedono lumi alla proprietà sul futuro dei lavoratori, che giovedì hanno scioperato per tutta la giornata. Il rischio è che la nuova proprietà russa possa indicare degli esuberi, specie nella sezione amministrativa dellla società.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pretendiamo rispetto per i lavoratori – aveva dichiarato mercoledì la rappresentanza sindacale della società in una nota – e chiediamo ai vertici di Leonardo Finmeccanica di cambiare l’assurda strategia di dismissioni industriali, di impegnarsi con progetti seri e a lungo termine a Tessera. Bruciare le competenze acquisite è pura follia, dismettere quando siamo arrivati finalmente ad un punto di svolta vuol dire non avere orizzonti e idee. Non siamo pacchi postali, ma siamo risorse con una elevata esperienza su cui puntare per far ripartire il polo aeronautico di Tessera".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento