Crepe sui masegni vicino al ponte, "Calatrava" spinge sulle rive

Le lacerazioni sul lato stazione peggiorano, spuntano nuove transenne. Possibile che la colpa sia della tensione della struttura sulle rive

"Calatrava" non ha pace: sono destinate a sollevarsi di nuovo le polemiche intorno al quarto ponte sul canal Grande, comunque già numerose e mai sopite. Se in passato i cittadini hanno puntato il dito contro gli alti costi dell'opera, l'ovovia non funzionante, la fragilità dei gradini e il fondo scivoloso, ora è la volta dei danni provocati alle delicate fondamenta che sorreggono il ponte: un problema che in realtà è già stato segnalato in passato, ma che negli ultimi tempi pare essere peggiorato. Tanto che continuano a comparire nuove transenne sul lato stazione.

Lacerazioni e pavimentazione sconnessa sono ben visibili nelle immediate vicinanze del ponte, prima del passaggio coperto: le zone dissestate delimitate sono di misura variabile tra i 2 e i 5 metri quadrati, e proprio in corrispondenza di una delle porte di accesso alla città. Il problema potrebbe essere causato appunto dalla struttura del ponte, il cui arco ribassato spinge sui lati delle fondamenta generando una "tensione orizzontale". Di qui le crepe sui masegni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento