rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Duferco rilancia il Venis Cruise: primo passo è la banchina alla bocca di Lido

Il progetto, presentato con Dp Consulting e Norwegian Cruise, si inserisce nel concorso di idee per le grandi navi a Venezia. La struttura di 644 metri ospita due crociere di ultima generazione

Ieri palazzo Madama ha stabilito che prima della pausa estiva, dal 7 agosto, affronterà il cosiddetto ddl grandi navi per la tutela e la salvaguardia della laguna di Venezia. Sulla conversione in legge del dispositivo del governo che vieta il transito delle grandi navi lungo il canale della Giudecca l'ultima parola spetta infatti al Senato. Compagnie come Costa, intanto, guardano ad altri approdi come Trieste. E Duferco, la società che ha ideato Venis Cruise 2.0 nel 2014, per un nuovo terminal crocieristico fuori dalla bocca di Lido per 5 grandi navi più 3 minori, e motonavi elettriche per il trasporto di passeggeri e bagagli, mette sul piatto un nuovo progetto. Lo riferisce Ansa. Il Venis Cruise, in fase di approvazione Via, non ha trovato il favore delle istituzioni locali (tra cui Comune di Venezia e Comune di Cavallino) ed è rimasto nel cassetto, come altri progetti scartati a favore del transito a Marghera, canale Nord - sponda Nord. Ma la Duferco Italia Holding, tornata in campo con Dp Consulting e Norwegian Cruise, ha presentato la nuova banchina al Lido, che potrebbe essere pronta entro dicembre 2023.

Un'iniziativa che si inserisce nel concorso di idee, lanciato dal Commissario straordinario per la gestione grandi navi (il presidente del porto Fulvio Di Blasio) per individuare una soluzione definitiva offshore per le crociere a Venezia. La nuova banchina, rilevano Duferco, Dp Consulting e Norwegian Cruise diventerebbe poi il primo modulo del Progetto Venis 2.0 (presentato nel 2014). Una struttura reversibile e flessibile: una banchina lunga 644 metri (150 in meno dell'ipotesi originaria) per l’accosto da un solo lato di due navi da crociera di ultima generazione. I tempi di realizzazione, spiegano in una nota congiunta le tre società, sarebbero di 18 mesi dalla conclusione di tutto l'iter autorizzativo. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duferco rilancia il Venis Cruise: primo passo è la banchina alla bocca di Lido

VeneziaToday è in caricamento