menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cagnolini neonati gettati nel cassonetto, muoiono soffocati

I volontari dell'Enpa sono stati fatti intervenire a Gambarare nei giorni scorsi per recuperare un sacco dalla spazzatura: per i cuccioli era ormai troppo tardi

Si disfano dei cagnolini appena nati gettandoli nelle immondizie, ora è caccia al "mostro". È stata una donna, recandosi al cimitero di Gambarare di Mira nei giorni scorsi, ad accorgersi dei guaiti provenienti da un cassonetto proprio davanti al camposanto. Come riporta la Nuova Venezia, subito la signora ha intuito di trovarsi davanti a un caso di abbandono di animali e ha deciso di allertare un conoscente della sezione Enpa (ente nazionale protezione animali) di Mira.

Gli operatori giunti in via Chiesa sono riusciti a recuperare dal cassonetto il sacco di plastica incriminato, che una volta aperto ha rivelato l'orribile verità. Dentro c'erano tre cuccioli di cane, nati da non più di 12 ore, due dei quali erano già morti asfissiati per il caldo e la mancanza d'aria. I volontari hanno fatto il possibile per salvare il terzo cagnolino, ma anche per quest'ultimo non c'è stato nulla da fare: è spirato poche ore dopo.

Naturali lo sconforto e la rabbia tra gli operatori dell'Enpa, partiti all'attacco contro gli ignoti autori di questo gesto sconsiderato. È stata sporta denuncia ai carabinieri per maltrattamenti, uccisione e tortura di animali, reati che potrebbero costare caro ai responsabili anche dal punto di vista penale: il sacchetto e i corpi dei cani sono stati conservati per fornire maggiori elementi alle forze dell'ordine nella ricerca dei colpevoli, mentre l'Enpa invita, in casi simili, a portare gli animali "indesiderati" al canile di Gambarare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento